Pasta alla genovese

2017-05-19
  • Persone: 5
  • Preparazione: 15m
  • Cottura: 2:20 h
  • Pronto in: 2:35 h

Ingredienti

  • 1 kg carne corazza (scaramella)
  • 1 kg cipolle bionde
  • 100 g olio oliva
  • 60 g passata di pomodoro
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • sale
  • acqua qb
  • 500 g pasta tipo ziti
  • una manciata di parmigiano

La pasta alla genovese è un primo piatto della tradizione napoletana la ricetta è stata  inventata da un cuoco napoletano  che di cognome faceva “Genovese”  o forse soprannominato “il genovese”. La particolarità di questo sugo e la scelta della carne e la cottura molto lunga; in questo caso  usano un tipo di carne: la corazza (come la chiamiamo a Napoli). In italiano la sua denominazione più comune è SCARAMELLA ed è costituita dai muscoli del dorsale, con precisione, quelli che ricoprono le prime cinque vertebre. In questo modo si ottiene un pezzo di carne dalle venature grasse molto corpose, che si scioglie in bocca.

Adesso cominciamo con la preparazione: prendiamo la nostra carne che taglieremo a pezzi e la sistemiamo con dell’olio d’oliva (io uso extravergine) in un tegame e facciamo rosolare la carne che sfumeremo con del vino bianco; nel frattempo puliamo e tagliamo le nostre cipolle a fette una volta che il vino e sfumato metto le cipolle aggiungo l’acqua fino a coprire la carne, salo e aggiungo un po’ di passata di pomodoro – l’acqua deve diventare rosa –  qui comincia la cottura del vostro sugo che spegnerete solo quando la carne sarà cotta e il sugo ristretto. A questo punto  mettete la vostra pentola per la pasta, cuocetela e conditela con il sugo e finite con il parmigiano.

image_pdfimage_print
Categoria: Tags: ,
Valutazione di questo Chef

(5 / 5)

5 5 2
Vota questa ricetta

2 persone hanno votato questa ricetta

Altre ricette:
  • Polpettine sfiziose di pollo

  • Pan di Spagna al marzapane e nocciole con mousse al Cognac

  • Gnocchi ubriachi con zucchine e gorgonzola

  • Biscotti della Sfinge o marunsin

  • Biscotti con marmellata

Consigliamo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.