Le sfrappole di Garibaldi

Ingredienti

  • ½ kg di farina
  • 4 uova intere
  • Un bicchierino di brandy
  • Un cucchiaio raso di zucchero
  • Strutto per friggere
  • Zucchero a velo vanigliato

Questa preparazione è una antica ricetta di pasta fritta bolognese che si faceva tipicamente a carnevale è una sfoglia sottilissima e delicatissima che si scioglie in bocca. In italia ce ne sono molte simili con nomi diversi, ma queste sono…. più delicate…

Mettere nel mixer la farina le uova il brandy e il cucchiaio di zucchero.

Far girare la lama fino a che non si formi una palla

 

Impastare ancora a mano fino a che la pasta non sia liscia

Passare la pasta da una macchina per la sfoglia con distanza massima (altrimenti stendere la pasta a mano)

Poi a distanza decrescente tirare una sfoglia sottilissima (distanza al minimo)

Stendere le sfoglie sul tagliere, tagliare delle strisce larghe 3-4 cm e fare un fiocco.

e gettare direttamente nello strutto caldo. La temperatura dello strutto è importante: non troppo alta se no si colorano, non poco se no si ammosciano.

Quando saranno appena ingiallite toglierle e sgocciolarle.

Deve risultare croccante e leggermente colorata.

Appena tolte adagiarle su un vassoio e spolverizzarle con un colino pieno di zucchero vanigliato.