Sanguinaccio

2019-03-07
  • Pezzi prodotti: 2 L
  • Preparazione: 10m
  • Cottura: 35m
  • Pronto in: 45m

Ingredienti

  • 200 g di cacao amaro
  • 1L di latte
  • 120 g di amido di riso
  • 600 g di zucchero
  • un pizzico di vanillina
  • 1 cucchiaino di cannella
  • 100 g di gocce di cioccolato, o granella di nocciole, o cedro
  • 1 bicchierino di liquore Strega
  • 50 g di burro

Oggi vi racconto il sanguinaccio.

Il  sanguinaccio, diffuso essenzialmente nelle regioni meridionali dell’Italia, costituisce uno dei dolci tipici del periodo carnevalesco, prima si faceva con il sangue di maiale, ora non piu’ perché é vietata la vendita del sangue per norme igieniche.

Il maiale, simbolo di questo rituale alimentare di origini antichissime, ha forti legami con la sfera del sacro: l’animale è, infatti, associato alla figura di Sant’ Antonio Abate, festeggiato il 17 Gennaio. Il Santo anacoreta, vissuto in Egitto tra il III e il IV secolo, è sempre stato invocato per la guarigione dell’herpes zoster, il cosiddetto “fuoco di San’Antonio”, che in origine si curava con il grasso di maiale; per questo motivo il santo è sempre stato raffigurato tra le fiamme e con un maiale accanto.

 Ma perche’ proprio con il  sangue del maiale?e perchè a carnevale? adesso vi spiego:

secondo la tradizione la coincidenza sembrerebbe casuale: nelle campagne del medioevo, così come in alcune campagne ancora oggi, esiste un ciclo per la preparazione del maiale -consistente nel suo rapido ingrassamento, nella sua brutale uccisione e successivo essiccamento – che si conclude proprio a cavallo tra i mesi di Gennaio e Febbraio, unico periodo dell’anno – ed è stato così per molti secoli – in cui il contadino non solo assapora la prelibatezza di un cibo prettamente destinato alle tavole dei ricchi e della nobiltà, nella speranza così di assottigliare, almeno temporaneamente, le differenze sociali.

Adesso passiamo alla preparazione, molto semplice: prendete metà del latte, scaldiamolo e sciogliamo l’amido di riso; una volta sciolto lo aggiungiamo al cacao e allo zucchero, giriamo e lasciamo cuocere a fiamma bassa, una volta cotto aggiungiamo la cannella, il liquore, un pizzico di vanillina e il burro. Attendere che diventi tiepido e aggiungere le gocce di cioccolato , ma potete anche sostituirle con del cedro e della granella di nocciole.

image_pdfimage_print
Valutazione di questo Chef

(0 / 5)

0 5 0
Vota questa ricetta

0 persone hanno votato questa ricetta

Altre ricette:
  • Mississipi Mud Cake

  • Fette biscottate home-made

  • Pasta alla zingara

  • Ciambelle dolci

  • Zucchine ripiene di tonno e alici

Consigliamo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.